10 consigli per mantenere sano il tuo filtro antiparticolato

10 consigli per mantenere sano il tuo filtro antiparticolato

Sistema antinquinamento obbligatorio su tutti i veicoli diesel dal 2011, il filtro antiparticolato (o DPF per gli addetti ai lavori) richiede manutenzione. Ma sapete davvero come assicurarvi che il DPF della vostra auto sia in buona forma ? In questo articolo, abbiamo raccolto 10 consigli per ritardare la comparsa del messaggio "Filtro antiparticolato da controllare" sul cruscotto della vostra auto. Conosci altri consigli ? Sentitevi liberi di condividerli con noi nei commenti.

1. Pulire il DPF

Il filtro antiparticolato è un dispositivo anti-inquinamento progettato per bruciare il monossido di carbonio e gli idrocarburi incombusti, mentre intrappola le particelle fini. Per fare questo, il DPF viene regolarmente rigenerato. Un surplus di carburante viene poi iniettato nel filtro per calcinare le particelle. E quindi distruggerli. Tuttavia, questi cicli sono possibili solo quando il motore della vostra auto è molto caldo. Abbiamo visto questo in un articolo precedente, Si raccomanda quindi vivamente di fare il maggior numero possibile di viaggi (almeno uno alla settimana) più lunghi di 20 minuti, spingendo le marce oltre i 3 000 giri. Questo creerà un ciclo di rigenerazione, le particelle bruceranno e il rischio di avere un DPF intasato sarà inferiore.

2. Scegliere un additivo

Molte persone hanno comprato un veicolo diesel per un uso principalmente urbano. A medio termine, il rischio di intasamento del filtro antiparticolato è molto alto. È quindi possibile optare per un additivo per aumentare la regolarità dei cicli di rigenerazione. Potete trovarli dal vostro concessionario e nei centri auto. Tuttavia, raccomandiamo questo metodo come ultima risorsa. Pulire il DPF durante la guida è un'opzione meno costosa e più efficace.

3. Scegliere il giusto olio motore

Ogni casa automobilistica consiglia ai suoi clienti di usare un certo tipo di olio motore. Per i veicoli diesel con un filtro antiparticolato (tutti quelli prodotti dal 2011 in poi e a volte prima), l'olio motore va nel filtro antiparticolato. Alcuni oli possono accumulare particelle metalliche che possono intasare il filtro antiparticolato. Pertanto, è preferibile mantenere il riferimento all'olio motore originale. Questo è stato scelto specificamente per le sue proprietà. È la garanzia di preservare la meccanica.

4. Gioca la carta della prevenzione

I veicoli diesel sono molto fragili a causa dei molti componenti progettati per limitare l'inquinamento. Quando uno di loro si guasta, l'intero sistema può rompersi. Vi consigliamo quindi di far controllare regolarmente lo stato del sistema antinquinamento della vostra auto diesel. La valvola EGR, il filtro antiparticolato e il convertitore catalitico sono tutti sistemi che possono fallire, principalmente a causa di cicli di rigenerazione insufficienti. Inoltre, quando si nota un fumo più opaco nella parte posteriore dell'auto, è meglio chiedere consiglio a un professionista. Questo può essere uno dei primi segni di un guasto. Non aspettate che sia troppo tardi !

5. Essere rigorosi nella manutenzione

Anche se non si guida molto, si raccomanda di far revisionare la propria auto diesel una o due volte all'anno. Un meccanico sarà in grado di avviare un ciclo di rigenerazione forzata del DPF se necessario. Potrà anche controllare che i vari dispositivi antinquinamento funzionino correttamente. Questo farà sì che il filtro antiparticolato duri più a lungo. Controllando regolarmente il flussometro, la presenza di olio nell'aspirazione, il turbo, gli iniettori, il DPF e la valvola EGR, potrete guidare più serenamente. Questo ridurrà il rischio di guasti.

6. Rispettare la meccanica

Non tutte le voci sono belle da sentire. Non c'è bisogno di lasciare il motore della vostra auto a freddo. In effetti, si consiglia di guidare lentamente per i primi chilometri per riscaldarla. D'altra parte, il tempo di riscaldamento è cruciale. Il turbo della vostra auto funziona spesso a più di 100 000 giri al minuto. Se si ferma l'auto direttamente quando si arriva a destinazione, il turbo passa da 100 000 giri a 0 in un secondo. Questo è distruttivo a medio termine. Lo stesso vale per i dispositivi antinquinamento. È preferibile lasciar girare il motore per una ventina di secondi prima di spegnerlo.

7. Non dimenticare l'AdBlue

L'AdBlue è un additivo richiesto su tutti i veicoli diesel che soddisfano la norma Euro 6. Permette di distruggere più particelle fini. È essenziale ed è collegato al filtro antiparticolato. È quindi consigliabile fare il rabbocco regolarmente, altrimenti il vostro veicolo sarà immobilizzato al di sotto di un certo livello di riempimento.

8. Attenzione alle false promesse

Sul mercato si trovano prodotti quasi miracolosi che promettono di aumentare la vita del filtro antiparticolato. Lo stesso vale per la decalcificazione, con promesse di eliminare il rischio di intasamento di turbo, valvole, DPF e fumo eccessivo. In realtà, una semplice decalcificazione durante la guida è più che sufficiente. In caso di dubbio, chiedete consiglio a un professionista.

9. Fate un bel respiro !

Essendo il filtro antiparticolato un organo sensibile, alcune persone hanno trovato un modo per vendere i loro prodotti usando una retorica allarmista. Teoricamente, il DPF dovrebbe durare tutta la vita di un'auto. In realtà, l'uso urbano può talvolta causare un guasto già a 80 000 chilometri. Per un uso classico, misto o autostradale, non è raro vedere filtri antiparticolato che hanno già superato i 300 000 chilometri. Finché i cicli di rigenerazione vengono eseguiti regolarmente e la vostra auto viene mantenuta, non c'è da preoccuparsi.

Vuole sapere se il suo convertitore catalitico è difettoso ? Vuoi sapere se il tuo DPF è intasato ?

10. Scegliere il giusto DPF

Infine, se dovete sostituire il DPF della vostra auto, non prendete il lavoro alla leggera. Per contenere i costi, alcuni professionisti optano per materiali di scarsa qualità, con il risultato di un filtro antiparticolato che non durerà e si intaserà. Il filtri antiparticolato che offriamo sono fatti dai nostri ingegneri interni, nella nostra fabbrica. Abbiamo optato per la fabbricazione in INOX per evitare la corrosione e la ceramica di alta qualità. Ciò che fa la differenza è la nostra tecnologia unica di rivestimento con strati sottili di metalli rari. Questa tecnologia favorisce i cicli di rigenerazione e limita fortemente il fouling.

Posted on 18/05/2019 Prestazioni & risoluzione... 0 68

Related articles

L'AdBlue impedisce al filtro antiparticolato di intasarsi ?

L'AdBlue è un liquido presente in tutti i veicoli diesel che soddisfano la norma Euro 6.2. Ma a cosa serve ?

Un filtro antiparticolato : cos'è ? Come funziona ?

Sai davvero a cosa serve questo dispositivo anti-inquinamento ?

Perché scegliere un filtro antiparticolato in INOX

Non tutti i filtri antiparticolato sono uguali. L'INOX è di gran lunga la scelta migliore... Ma perché ?

Leave a CommentLeave a Reply

Categorie del blog

Ultimi commenti

Ricerca nel blog

Visti recentemente
Nessun prodotto