Perché il mio catalizzatore diventa rosso ?

Perché il mio catalizzatore diventa rosso ?

Di routine, si controllano i livelli dell'auto e ci si assicura che tutto sia a posto, che non ci siano perdite. Ma questa volta notate qualcosa di strano: il convertitore catalitico è diventato rosso vivo. Sebbene si tratti di un colore piuttosto bello, suscita qualche perplessità perché non è il colore abituale di un convertitore catalitico. Questo significa che dobbiamo preoccuparci ? Questo è ciò che volevamo sapere sul perché e sul come.

Come funziona un catalizzatore ?

Prima di tutto, rivediamo brevemente il funzionamento del convertitore catalitico, noto anche come marmitta catalitica. Installato sia sulle auto a benzina che su quelle diesel, il convertitore catalitico svolge un ruolo molto importante nel trattamento dei gas di scarico. Per questo motivo, è fortemente sconsigliato (e vietato) rimuovere il convertitore catalitico da un'automobile. Quando il motore di un'auto è in funzione, emette inevitabilmente particelle fini, agglomerando vari inquinanti particolarmente tossici, come gli ossidi di azoto, il monossido di carbonio e gli idrocarburi incombusti. Il catalizzatore svolge un ruolo di filtro. A tal fine, dispone di una struttura interna a nido d'ape che raccoglie e poi calcina queste varie particelle una volta raggiunta una temperatura di esercizio di circa 400°C, mediante reazioni chimiche. Va notato che il catalizzatore è abbinato, nei modelli moderni, a un filtro antiparticolato per ridurre ulteriormente le emissioni inquinanti. Quando la marmitta catalitica lascia l'auto, gli inquinanti sono stati convertiti in anidride carbonica e acqua attraverso reazioni chimiche. Ma a volte non tutto va secondo i piani...

Come spiegare questa colorazione rossa ?

Quando un catalizzatore diventa rosso, ha subito una fase di surriscaldamento abbastanza significativa. Questo si concretizza in un aumento della temperatura superiore al normale, che conferisce una tonalità rossastra.
Sia chiaro: questo non è un segnale particolarmente positivo. Il surriscaldamento può essere dovuto a diversi motivi. Ecco una selezione:

• Surriscaldamento: purtroppo si tratta di un problema piuttosto comune nelle auto che guidano molto, soprattutto per brevi tragitti. Il convertitore catalitico non ha necessariamente il tempo di riscaldarsi, il che può portare all'intasamento. Un problema meccanico: un guasto al motore può spiegare il surriscaldamento di un catalizzatore. Questo può accadere se il collettore è incrinato o se la sonda lambda è difettosa. In questo caso, il convertitore catalitico non è più in grado di effettuare correttamente le trasformazioni chimiche, il che può portare al suo surriscaldamento;
• un'accensione difettosa: se le bobine non forniscono più la scintilla, la circolazione dei gas di scarico non sarà ottimale. Il convertitore catalitico può quindi strozzarsi, con conseguente surriscaldamento;
• guasto al convertitore catalitico: il convertitore catalitico è rivestito in ceramica. A volte può rompersi e quindi non dissipare più il calore in modo adeguato, con conseguente surriscaldamento. In generale, un catalizzatore rumoroso è raramente un buon segno.

Vuoi sapere se il tuo convertitore catalitico è difettoso ? Vuoi sapere se il tuo DPF è intasato ?

Rimozione di un catalizzatore diventato rosso

Purtroppo, questo non è possibile. Un catalizzatore diventato rosso ha subito un forte surriscaldamento che ha distrutto la struttura interna. Di conseguenza, le reazioni chimiche non possono più essere eseguite in modo efficiente. Di conseguenza, si perderà potenza, si consumerà più carburante e l'inquinamento dell'auto aumenterà notevolmente. Non aspettate il prossimo controllo tecnico per intervenire sul convertitore catalitico difettoso. Non è possibile riparare un convertitore catalitico surriscaldato. È quindi necessario sostituire il pezzo. Tutti i professionisti sono in grado di farlo. Non tentate di aprire il convertitore catalitico per intervenire su di esso: è pericoloso e il surriscaldamento provoca comunque danni irreversibili. La durata di un convertitore catalitico varia notevolmente, ma di solito supera i 100.000 chilometri. Le auto con lunghi viaggi hanno maggiori probabilità di aumentare la durata del dispositivo in modo significativo. Al contrario, le auto a prevalenza urbana tendono a consumare più rapidamente le marmitte catalitiche. La colorazione rossa non è l'unico sintomo di usura avanzata del catalizzatore. Ecco un rapido elenco dei principali elementi che possono essere utilizzati per valutare l'usura del convertitore catalitico:

• Il motore perde potenza, sembra meno vivace e va più a scatti. È difficile accorgersene se si guida l'auto tutti i giorni;
• si verificano regolarmente stalli, a volte anche all'avvio, con un minimo instabile che dà l'impressione che il motore stia soffocando;
• i consumi aumentano notevolmente. Per questo motivo, è consigliabile monitorare regolarmente il consumo medio di carburante della propria auto. È un indicatore prezioso della salute del motore. Se si nota un aumento superiore al 10% nei tragitti quotidiani, è meglio rivolgersi a un professionista per un consiglio;
• Il convertitore catalitico può anche diventare rumoroso. Ciò accade più frequentemente quando la ceramica viene rotta e le piccole parti entrano in contatto con la struttura interna. A volte il rumore è molto forte e altre volte è molto più silenzioso.

È necessaria una profonda revisione

Se il convertitore catalitico della vostra auto è diventato rosso, significa che si è surriscaldato. Si potrebbe pensare che la semplice sostituzione di questo dispositivo di controllo delle emissioni risolva il problema. È necessario verificare la vera origine del problema. Ciò significa controllare l'accensione, la linea di scarico e il collettore per verificare l'assenza di perdite e il filtro antiparticolato. Controllare le pressioni, le miscele e qualsiasi impostazione del motore che possa influire sul funzionamento del collettore. Questo lavoro di analisi può essere noioso, ma è necessario per evitare l'usura prematura del nuovo collettore. Qualsiasi professionista può eseguire il lavoro di diagnostica. Se non siete esperti di meccanica, questa è la soluzione consigliata. In questo modo, potrete riavere la vostra auto in perfetta efficienza.

Posted on 24/10/2022 by 0 497

Leggi di più

Come recuperare i metalli preziosi in un catalizzatore ?

Esiste una ragione razionale e puramente finanziaria per cui i catalizzatori per auto vengono rubati così...

Come sapere se il tuo convertitore catalitico è Fuori Uso

Un convertitore catalitico rotto non è da prendere alla leggera perché nasconde altri problemi sul vostro veicolo....

Lascia un commentoLascia una risposta

Ultimi commenti

Ricerca nel blog

Visti recentemente
Nessun prodotto