Puoi rimuovere il filtro antiparticolato dalla tua auto ?

Inevitabilmente, un'auto genera spese. Per ridurre le emissioni inquinanti, le case automobilistiche hanno ideato dei dispositivi più o meno complessi... Ma piuttosto efficace! A volte la macchina si inceppa... E la tentazione di rimuovere il filtro antiparticolato piuttosto che sostituirlo è fantastico. Ma come fare ? E soprattutto: è legale ?

Rimuovere un DPF è facile !

Al giorno d'oggi, diverse aziende hanno trovato un modo. Si offrono, a pagamento, di rimuovere questo dispositivo antinquinamento dalle auto. L'operazione si svolge in due fasi. Il primo è il software. Consiste nel riprogrammare il computer in modo che non tenga più conto del filtro antiparticolato. La seconda parte consiste nell'agire direttamente sulla linea di scarico. Il DPF viene poi dissaldato, svuotato e risaldato sulla linea. Così, diventa un semplice elemento di passaggio per le particelle fini che sfuggono nelle marmitte prima di essere rilasciate nell'ambiente. Ma visivamente, la rimozione del DPF non è evidente e alcune persone pensano che l'operazione passi inosservata. Ma allora, che dire della legalità ?

Rimuovere il DPF è illegale !

Alla fine del 2014, l'articolo L. 318-3 del codice della strada vieta molto esplicitamente di « rimuovere un dispositivo di controllo dell'inquinamento ». Questo può portare a una multa fino a 7 500 €. In questo caso, è legittimo chiedersi quali mezzi sono disponibili per verificare se un veicolo è « defangato ». L'inasprimento del controllo tecnico, avvenuto a maggio 2018, ha aumentato notevolmente i controlli relativi all'inquinamento. Tuttavia, l'assenza di un filtro antiparticolato operativo non è sistematicamente rilevata. Tuttavia, una stretta è stata annunciata per il 2019. L'obiettivo è di effettuare controlli più severi, destinati a frenare il fenomeno della deflagrazione. Sarebbe infallibile ? È difficile da dire. È probabile che dipenda dal tipo di veicolo e di manutenzione, perché l'obiettivo del governo è chiaramente quello di sradicare la rimozione del DPF e del catalizzatore.

Deframmentare o sostituire il DPF ?

Rimuovere il filtro antiparticolato piuttosto che sostituirlo sembra essere la soluzione a tutti i problemi. Tuttavia, l'operazione non è senza rischi e le sanzioni diventeranno probabilmente sempre più sistematiche negli anni a venire. Infatti, la maggior parte dei centri che offrono questo servizio fanno firmare delle rinunce di responsabilità. Anche se il costo è maggiore, vi consigliamo di sostituire il DPF della vostra auto piuttosto che rimuoverlo. Sapevate che ci sono modi semplici per evitare l'intasamento di questo dispositivo ? Infine, la rimozione del filtro antiparticolato solleva vere e proprie questioni etiche. Una volta rilasciate, le particelle fini sfuggono liberamente nell'aria e penetrano facilmente nei polmoni. Per le persone fragili (anziani, bambini...), le conseguenze possono essere disastrose.

VUOLE SAPERE SE IL SUO CONVERTITORE CATALITICO È DIFETTOSO ? VUOI SAPERE SE IL TUO DPF È BLOCCATO ?

Perché rimuovere il filtro antiparticolato ?

Sì, perché ? Il DPF non è stato progettato per rovinare la vostra vita, ma per ridurre l'inquinamento del vostro veicolo. Le norme europee sulle emissioni stanno diventando sempre più restrittive. Costringono i produttori di automobili a superarsi tecnologicamente per offrire sistemi antinquinamento affidabili ed efficienti.

I detrattori del filtro antiparticolato vedono solo gli svantaggi, veicoli meno reattivi, maggiore consumo di carburante e soprattutto il costo esorbitante della riparazione in caso di guasto. Tuttavia, piuttosto che lottare contro questa tecnologia, perché non domarla? Molti automobilisti spesso non sanno se il loro veicolo è dotato di un DPF e soprattutto a cosa serve veramente. Quindi, inevitabilmente, non sanno come mantenerlo.

Sì, puoi mantenere il tuo filtro antiparticolato. Prima di tutto, non dovreste fare troppi viaggi brevi in città a un regime troppo basso. Il rischio di intasamento diventa maggiore quando i viaggi sono troppo brevi, perché il ciclo di rigenerazione automatica non può iniziare. Non aspettate di vedere il vostro veicolo perdere prestazioni o il vostro consumo di carburante salire alle stelle. Prendere l'iniziativa e pulire il DPF da soli, mentre si guida.

Deturpare il tuo veicolo in due passi ?

Per i più curiosi (o testardi) tra voi, ecco come procedere. Il primo passo è rimuovere il DPF elettronicamente. Per fare questo, è necessario riprogrammare la centralina in modo che non tenga più conto del filtro antiparticolato. Il meccanismo di rigenerazione non si attiverà più e naturalmente non si accenderà la spia del DPF, come avviene in caso di difetto o di blocco. I meccanici dilettanti che iniziano l'avventura usano (da soli o in combinazione) vari software : MPPS, Galleto, Ecusafe o Winols. Permettono di leggere e salvare la mappatura iniziale del motore e poi di iniettarne una nuova. In termini di prezzo, si possono trovare a partire da 50 €. La grande domanda è : ti senti in grado di riscrivere correttamente la mappa del tuo motore ? Lo lasciamo al vostro giudizio.

La seconda parte consiste nell'agire direttamente e rimuovere meccanicamente il DPF. Il pezzo viene poi dissaldato, svuotato e poi risaldato sulla linea di scarico. Così, diventa un semplice elemento di passaggio per le particelle fini che sfuggono nelle marmitte prima di essere rilasciate nell'ambiente. Visivamente, bisogna ammettere che l'eliminazione del DPF non è evidente. Tuttavia, non pensate che non si noti.

Vantaggi e svantaggi della rimozione di un filtro antiparticolato 

Benefici ingannevoli

La cosa più importante per coloro che vogliono rimuovere la vernice è semplificare la manutenzione dell'auto. L'assenza di un DPF elimina automaticamente il rischio di intasamento e di intasamento del pezzo. Inoltre, non è più necessario preoccuparsi di rigenerare il filtro o di controllare il livello di additivo, per i veicoli con un DPF additivato. Tuttavia, se il DPF si intasa, spesso è perché il proprietario del veicolo fa molti viaggi brevi in città, cosa che gli appassionati di diesel odiano. Il vero problema sta probabilmente nella scelta del motore più che nel sistema antinquinamento stesso.

Svantaggi da non trascurare

Gli svantaggi sono numerosi e soprattutto non sono senza conseguenze per la vostra auto :

  • Un guasto al motore. La sverniciatura e la riprogrammazione della mappa del motore fatte male possono mettere la vostra auto a grande rischio.
  •  Una posizione fuorilegge. Rimuovere il DPF è proibito e ti mette nella posizione più illegale.
  •  Un'operazione costosa. Lei è passibile di una multa e di sequestro se questa manipolazione viene scoperta.
  • Un fallimento al controllo tecnico. Senza altra soluzione che avere un DPF in ottime condizioni per presentare nuovamente il vostro veicolo.
  • Una perdita della garanzia del fabbricante e del beneficio della sua assicurazione, in caso di incidente.

Un'operazione illegale

Rimuovere il DPF dal vostro veicolo è un'operazione illegale che può costarvi. L'articolo L. 318-3 del codice della strada vieta molto esplicitamente dal 2014 di « rimuovere un dispositivo di controllo dell'inquinamento ». Se lo si ignora, si rischia una multa fino a 7 500 €. Fino ad allora, c'erano innumerevoli forum che spiegavano come rimuovere il DPF. La pratica sembra essere meno di moda al giorno d'oggi, o almeno è fatta in modo molto più discreto. I professionisti che si guadagnavano da vivere con questo lavoro hanno ora riorientato la loro attività sulla pulizia della DPF. Tuttavia, faremmo attenzione a non dire che lo spogliarello è una cosa del passato.

Un primo inasprimento dei controlli tecnici è avvenuto nel 2018. I nuovi regolamenti hanno aumentato i controlli sull'inquinamento. Tuttavia, l'assenza di un filtro antiparticolato operativo non è stata rilevata sistematicamente. Il giro di vite dato nel 2019 sta contribuendo a cambiare il gioco. Inasprendo i controlli sull'opacità dei fumi di scarico, l'obiettivo del governo è chiaramente quello di eliminare il DPF e le rimozioni del convertitore catalitico.



Vedi anche l'articolo << Can we remove the Diesel Particulate Filter from the vehicle? >> sur Krosfou UK.

Posted on 19/03/2019 by Operazione 0 115

Related articles

Qual è la durata di vita di un DPF o di un catalizzatore ?

Viene sollevata la questione della durata dei filtri antiparticolato e dei convertitori catalitici... E dipende molto...

Come faccio a sapere se il DPF della mia auto è usurato ? 

Ci sono diversi modi per diagnosticare l'usura grave di un filtro antiparticolato.

Leave a CommentLeave a Reply

Ultimi commenti

Ricerca nel blog

Visti recentemente
Nessun prodotto