Tutto quello che dovete sapere sul riciclaggio del DPF e del catalizzatore

I filtri antiparticolato sono montati sui nostri veicoli dai primi anni 2000 e dal 1993 per i catalizzatori. Il mercato del riciclaggio è quindi ormai sommerso da questi pezzi da ritrattare. Il loro ritrattamento e smaltimento è una sfida, poiché comporta un processo industriale talvolta lungo e costoso. È anche una sfida, perché il recupero dei metalli preziosi che compongono queste parti fa parte di un approccio di economia circolare. Mentre i professionisti conoscono molto bene il processo di riciclaggio del DPF e del convertitore catalitico, pochi privati sanno che possono rivendere queste parti e trarne qualche profitto. Tra necessità ambientale, obbligo legale e opportunità reale, Krosfou getta uno sguardo preciso su un argomento troppo poco sviluppato per permettervi di conoscere tutto sul riciclaggio dei DPF e dei catalizzatori.

Il riciclaggio è una necessità

Un veicolo rimane un oggetto altamente inquinante anche quando non è più sulla strada: è allora considerato un EOL (End of Life Vehicle). La maggior parte dei suoi componenti devono essere considerati tossici e pericolosi. Sono finiti i giorni (e per fortuna) in cui non si vedeva alcun problema nel liberarsi della propria vecchia auto in un fosso o in fondo a un lago.

I rifiuti non riciclabili di un'auto (per esempio il cambio dell'olio, i liquidi dell'aria condizionata o anche gli esplosivi degli airbag) devono essere recuperati, trattati e smaltiti da professionisti. Questi elementi sono estremamente inquinanti e molto dannosi per il suolo se non si prendono le precauzioni necessarie/p>.

Secondo l'agenzia per la transizione ecologica (ADEME), più del 90% di un veicolo viene ora riciclato, mentre una direttiva europea richiede una quota di recupero del 95%. Quando sappiamo che migliaia di auto vengono rottamate ogni anno, questo sforzo è lungi dall'essere vano.

Riciclaggio di DPF e catalizzatori: un obbligo legale

Come privato, lei ha il dovere di smaltire correttamente i vostri pezzi e fluidi usati, per quanto restrittivo possa sembrare. Questo significa, naturalmente, che lei ha prima preso le misure necessarie per recuperare eventuali fluidi dalla riparazione, in modo che non si infiltrino nel terreno.

Il DPF e il convertitore catalitico non fanno eccezione quando si tratta di riciclaggio. Se sostituite queste parti da soli, deve assicurarvi che vengano smaltite correttamente.

Tenga presente che in caso di scarico o abbandono di rifiuti, un privato rischia una multa fino a 1.500€, e 3.000€ in caso di recidiva. Per un professionista, il giudice può imporre fino a 2 anni di reclusione e una multa di 75.000€. Non vale quindi la pena rischiare. Puoi quindi scegliere di rivendere i suoi pezzi usati, come vedremo più avanti, o semplicemente restituirli al centro di smaltimento rifiuti del suo comune.

>> Leggi anche: Alle origini del DPF e del catalizzatore, conoscere e capire la legge.

Riciclaggio DPF

Il riciclaggio dei filtri antiparticolato non è così diffuso come quello dei convertitori catalitici. Poche aziende hanno sviluppato questa attività, che è considerata meno redditizia: un DPF contiene meno metalli preziosi di un catalizzatore. Tuttavia, gli standard si stanno evolvendo e i DPF recenti contengono quantità crescenti di metalli preziosi. Il processo di riciclaggio dei DPF di oggi è identico a quello del suo vecchio catalizzatore.

Ma sappiate che i DPF usati a volte hanno una seconda vita. Quando la vostra officina vi offre un cambio standard, ciò significa che il filtro usato per la riparazione è un pezzo ricondizionato. Il monolite all'interno del filtro viene sostituito in fabbrica in modo che il pezzo possa iniziare una nuova vita. PSA è il costruttore più noto che esegue questa operazione per i suoi modelli Peugeot e Citroën. Ecco perché, quando si sostituisce il suo DPF, possiamo offrirti due prezzi, il più alto dei quali è il pezzo nuovo.

I siti web di ricambi auto di seconda mano offrono anche APF in vendita. Con formule — spesso — molto audaci, vi vengono promesse meraviglie a buon mercato, fino al 50% in meno del prezzo nuovo. Vi invitiamo a fare molta attenzione a queste promesse.

Alcuni fornitori senza scrupoli offrono filtri antiparticolato di pessima qualità, dove il monolite originale è stato sostituito da un monolite inadatto. A volte le parti sono state anche semplicemente pulite, il che riduce notevolmente la loro durata di vita e rischia di danneggiare prematuramente il motore. Inoltre, se la pulizia non viene effettuata nelle giuste condizioni, il sottile strato di metalli preziosi viene danneggiato e non svolge più il suo ruolo di filtro. La vostra auto inquina quindi come se non fosse dotata di un filtro.

Ricevi fino a 450€ riciclando il suo FAP e/o catalizzatore !

Riciclaggio dei catalizzatori

Vuole sapere se il suo convertitore catalitico è difettoso ? Vuoi sapere se il suo DPF è intasato ?

Il mercato del riciclo del catalizzatore è particolarmente sviluppato. La tecnologia è perfettamente padroneggiata da molte aziende. Il monolite o la cosiddetta struttura a nido d'ape del catalizzatore contiene diversi metalli preziosi, tra cui rodio (circa un grammo per pezzo), palladio o platino (tra tre e sette grammi, a seconda del modello di vaso), alcuni dei quali valgono più dell'oro. Il monolite viene macinato in polvere, prima di essere riscaldato a temperature molto alte per estrarre i metalli rari.

Queste sostanze rare e costose da produrre possono poi essere reincorporate in nuovi convertitori catalitici, riducendo la pressione sull'ambiente grazie alla diminuzione della quantità da estrarre, in particolare nelle miniere di platino del Sudafrica, già sovraccariche.

Questo approccio circolare ed eco-responsabile al riciclaggio può purtroppo produrre effetti collaterali inaspettati. Le autorità hanno notato un aumento significativo del furto di marmitte catalitiche negli ultimi 10 anni. I criminali prendono di mira soprattutto i veicoli commerciali, perché possono facilmente infilarsi sotto. Nel momento in cui lei ha fatto la spesa, il crimine è stato commesso. La polizia entra regolarmente in possesso di bande più o meno organizzate e tutte le regioni della Italia sono purtroppo interessate.

In effetti, questo è uno dei motivi per cui dal la legge finanziaria 2011-900 del 29 luglio 2011 (articolo 51) non è più possibile pagare in contanti le transazioni di metalli ferrosi e non ferrosi, indipendentemente dall'importo. Pertanto, rendere attenzione agli acquirenti senza scrupoli che vi offrono denaro per la vostra vecchia pentola. Vi esporreste a gravi sanzioni.

Furti, truffe... non si preoccupi, c'è un modo giusto per fare le cose ! Non avrete difficoltà a trovare su internet degli specialisti nel ricomprare e ritrattare i catalizzatori. Se lei ha intenzione di acquistare un DPF o un catalizzatore NUOVO, Krosfou vi offrirà fino a 250€ per la permuta del vostro pezzo originale. Tutto quello che devi fare è indicare la registrazione del veicolo, il modello o il numero di parte che stai cercando e otterrai una risposta immediata online sulla scheda del prodotto. E se lei ha intenzione di vendere il vostro veicolo a un deposito di rottami o a un rivenditore di rottami, prendete anche in considerazione la possibilità di smontare il convertitore catalitico e venderlo a una società specializzata.

Ora che sa come riciclare un DPF o un convertitore catalitico, perché non andare avanti e sostituire uno di questi pezzi da soli ? Può trovare tutti i nostri nuovi prodotti sul nostro sito web, Krosfou ha parti in magazzino per quasi il 90% dei veicoli in circolazione in Europa.

>> Leggi anche: Come pulire il convertitore catalitico durante la guida



Posted on 04/11/2020 by Ambiente 0 2809

Related articles

Pulizia o sostituzione del DPF / Catalizzatore : come evitare le...

Pulizia vs. sostituzione, il DPF e il convertitore catalitico sono oggetto di un vero e proprio business. Stanco di...

Qual è la durata di vita di un DPF o di un catalizzatore ?

Viene sollevata la questione della durata dei filtri antiparticolato e dei convertitori catalitici... E dipende molto...

Lascia un commentoLascia una risposta

Ultimi commenti

Ricerca nel blog

Visti recentemente
Nessun prodotto