Le origini della DPF e il catalizzatore | Conoscere e capire la legge

Le origini della DPF e il catalizzatore | Conoscere e capire la legge

Si parla molto di DPF e catalizzatore ma spesso ci si dimentica perché e come sono diventati obbligatori. Non sono un capriccio del produttore ma un requisito legale. Siamo chiari, non sono essenziali per il buon funzionamento di un'auto e non migliorano le sue prestazioni. Il punto qui è di rendervi consapevoli del contesto del loro aspetto e di capire perché non dovreste cercare di rimuoverli, sotto pena di multe molto pesanti. Sempre con l'idea di farvi conoscere bene i vostri veicoli, Krosfou vi trasporta alle origini del DPF e del catalizzatore.

Una realtà innegabile : l'inquinamento dell'aria

Non appena si sostiene il proprio ragionamento con delle cifre, ne deriva inevitabilmente una battaglia di esperti. Come si possono interpretare correttamente i dati se i parametri delle misurazioni e degli studi effettuati non sono gli stessi per tutte le parti coinvolte ?

Ciò che è certo e indiscutibile è che l'aria ambiente è sempre più satura e inquinata. L'automobile è l'unica responsabile del disastro ecologico verso il quale ci stiamo muovendo con grande velocità ? No, dispiacere ai detrattori dell'auto, ma ha la sua parte di responsabilità. Secondo un rapporto pubblicato dal CITEPA (Centro di riferimento tecnico sull'inquinamento atmosferico e i cambiamenti climatici) nel 2019, i settori che emettono più CO₂ equivalente sono : trasporti per il 29%, industria e settore terziario (circa 26%) e agricoltura (quasi 19 %).

Le nostre auto, che siano a benzina o diesel, emettono ogni tipo di inquinante. I principali sono :

  • anidride carbonica (CO₂), che è responsabile dell'effetto serra, cioè l'aumento della temperatura ;

  • monossido di carbonio (CO) ;

  • biossido di azoto (NO₂), che è particolarmente dannoso per gli asmatici e i bambini piccoli ;

  • idrocarburi incombusti e altamente volatili.

È quindi in questo contesto che la questione dei filtri per il particolato e dei catalizzatori dovrebbe essere affrontata. Di fronte a un inquinamento atmosferico in costante aumento, i dispositivi volti a limitarlo rimangono inevitabili e indispensabili.

Nemico pubblico numero 1 : particelle di tutti i tipi

Il principio stesso dei DPF e dei convertitori catalitici è quello di filtrare le sostanze inquinanti dalla combustione del carburante.

Gli inquinanti sono dispersi nell'aria sotto forma di particelle (PM) di varia finezza, classificate in due categorie :

  • particelle primarie, emesse direttamente nell'atmosfera e risultanti dalla combustione incompleta, come quelle dei motori delle automobili ;

  • particelle secondarie, presenti nell'aria a causa di reazioni fisico-chimiche. 

Queste polveri volatili sono pericolose per la salute. Sono dannosi a diversi gradi, a seconda delle loro dimensioni :

  • PM₁₀, con un diametro inferiore a 10 micrometri (un micrometro è un milione di volte più piccolo di un metro). Queste particelle sono fermate al naso.

  • PM₂.₅, il più dannoso. Il loro diametro molto piccolo permette loro di infiltrarsi negli alveoli polmonari e persino nel flusso sanguigno.

Selon l’ADEME, Agenzia per la transizione ecologica, si stima che 48.000 morti all'anno siano legate all'inquinamento atmosferico da particolato.

Benzina o Diesel, la caccia al più grande inquinatore

Questo è il tipo di questione che rischia di dividere gli automobilisti ! Ogni tipo di carburante ha i suoi buoni e i suoi cattivi. A proposito, bisogna diffidare dei paragoni troppo frettolosi, non è molto pertinente confrontare una grande berlina con una piccola city car.

Il sito Car Labelling de l’ADEME ha elencato e classificato le caratteristiche tecniche di oltre 4 000 veicoli per diversi anni. Grazie alle schede comparative, è possibile scegliere un veicolo in base a criteri legati al l'impatto sull'ambiente.

Vuole sapere se il suo convertitore catalitico è difettoso ? Vuoi sapere se il tuo DPF è intasato ?

Le origini della DPF e il catalizzatore : date chiave

Ora che il contesto è impostato, ecco le date chiave nella storia del filtro antiparticolato e del catalizzatore.

1985 : Daimler-Benz è stato il primo produttore a dotare la Mercedes classe S di un filtro antiparticolato. È stato abbandonato nel 1987, principalmente perché era troppo fragile.

1993 : Le catalizzatori diventeranno obbligatori sui veicoli a benzina. I diesel seguiranno in 1997.

Maggio 2000 : La casa automobilistica francese PSA Peugeot-Citroën sta prendendo la tecnologia DPF per equipaggiare il suo 607.

2011 : I filtri antiparticolato sono obbligatori per i nuovi veicoli Diesel.

Settembre 2017 : In seguito ai nuovi standard europei, il DPF diventa obbligatorio per le nuove auto a benzina.

Ci sono quindi ancora oggi dei veicoli che funzionano senza DPF a causa del loro anno di costruzione. Non vi sarà sfuggito che i governi che si sono succeduti hanno aumentato il numero di incentivi per incoraggiare gli individui a cambiare i loro veicoli al fine di rinnovare il parco auto italiano.

Mentre fino a poco tempo fa c'era tolleranza per i veicoli deturpati, le nuove regole del controllo tecnico in vigore dal 1° luglio 2019 sono molto più severe per le emissioni dei veicoli diesel.

Infatti, il défapage et la rimozione della catalisi sono da evitare, se mai aveste intenzione di provarla. Il codice della strada prevede una multa di 7 500 € per i trasgressori perché è severamente vietato « fare o far fare su un veicolo trasformazioni che abbiano l'effetto di togliere un dispositivo antinquinamento, di degradarne le prestazioni o di mascherarne l'eventuale malfunzionamento, o di fare propaganda o pubblicità, qualunque sia la modalità, a favore di queste trasformazioni » (articolo L318-3).



State cercando ricambi economici ? Krosfou, il leader del DPF e del catalizzatore vi propone una gamma di prodotti con un eccellente rapporto qualità/prezzo. Trova sul nostro sito tutti i nostri filtri antiparticolato e convertitori catalitici per tutte le marche e modelli di veicoli.

Posted on 20/10/2020 by Ambiente 0 296

Related articles

Qual è la durata di vita di un DPF o di un catalizzatore ?

Viene sollevata la questione della durata dei filtri antiparticolato e dei convertitori catalitici... E dipende molto...

Come faccio a sapere se il DPF della mia auto è usurato ? 

Ci sono diversi modi per diagnosticare l'usura grave di un filtro antiparticolato.

Leave a CommentLeave a Reply

Ultimi commenti

Ricerca nel blog

Visti recentemente
Nessun prodotto